Scuole pubbliche chiuse per impossibilità di gestire gli spazi in modo adeguato, centri estivi privati e pagamento (organizzati all'interno dei medesimi locali) aperti dal primo giugno: un peccato che non si riesca a sfruttare in qualche modo i secondi per far ripartire le prime.

1:52 PM · May 17, 2020

5
15
4
49
Ovviamente questa dinamica è coerente con l'impostazione capitalista della società attuale, che prevede (tra le altre cose) la concessione degli spazi pubblici a uso privato, ma mai il contrario (privato tenuto ad aiutare il pubblico quando quest'ultimo è in difficoltà). Peccato.
1
0
0
25
Uno stato più razionale, anziché consentire la riapertura dei centri estivi secondo le tipiche modalità post-scolari (peraltro anticipata, visto che il 1/6 la scuola non è ancora finita), avrebbe forse cercato modalità di "ripresa" alternative e più compatibili con la didattica.
1
0
0
13
Del resto, la dinamica del centro estivo privato che organizza la propria attività all'interno di un locale pubblico ottenuto grazie a una convenzione (quasi sempre molto vantaggiosa) stipulata con il comune è ben nota a chiunque si interessi di scuola e edilizia pubblica.
1
0
0
6
Ci tengo a precisare che non si tratta di un fenomeno da demonizzare a prescindere, anche se chiunque ha avuto modo di studiarlo sa bene che si presta a varie tipologie di abuso. E' una realtà che conosco piuttosto bene, avendo contribuito personalmente al gruppo di lavoro che >
1
0
1
6
si è occupato di scrivere le regole, i requisiti e le modalità relative al bando di gara per ottenere le suddette concessioni nel mio municipio (grazie alla disponibilità della giunta di far partecipare i cittadini al processo decisionale). Proprio per questo mi sento di poter >
1
0
0
7
affermare che, nel caso specifico, si sarebbe forse potuto intervenire in modo migliore, cooptando quelle organizzazioni culturali in un progetto didattico di più ampio respiro (magari insieme agli insegnanti) a vantaggio della collettività al posto di servire la solita minestra.
1
0
0
11
Replying to @v2Dark
Centri estivi dentro i locali delle scuole sei sicuro?
1
0
0
0
Si, te lo confermo, ovviamente nella mia zona (Roma), in virtù di una delibera municipale ad-hoc emanata dalla giunta PD pre-raggi. Nel thread ho anche precisato che si tratta di un argomento che conosco piuttosto bene perché ho contribuito a scrivere il bando di gara.
3
0
0
4
Replying to @v2Dark
Anche doposcuola da noi. In una cittadina vicina alla mia invece la preside gesti' direttamente un centro estivo a prezzi popolari nella scuola. Non so come andò l'esperimento, non tornai in quella scuola.
0
0
0
1
Replying to @v2Dark
Credo che il problema principale sia l'obbligo: non puoi fare entrare metà degli studenti ma puoi decidere un numero limite oltre il quale chiudere le iscrizioni al centro estivo.
1
0
0
1